.
Annunci online

NATURALMENTE
...per la partecipazione. Claudio Strizzi (strizzic@gmail.com)
 
 
 
 
           
       

Mr.Smith goes to Washington



"Alcuni uomini vedono le cose per quello che sono state e ne spiegano il perchè. Io sogno cose che ancora devono venire e dico, perchè no"
Robert Kennedy

Chiesa "Dives in misericordia"
TOR TRE TESTE (video sotto)




E' stato pubblicato il mio lavoro di stage presso l'APAT - Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici dal titolo:

Dinamiche evolutive dell'assetto ambientale della regione vulcanica dei Colli Albani a sud di Roma: il Bacino del fosso dell'Incastro.

vedi l'INDICE
è possibile scaricare tutto il lavoro collegandosi QUI, mettendo STRIZZI nel campo AUTORE, dare INVIO e in seguito cliccando DOWNLOAD


"Sarebbe bello se gli uomini di potere fossero saggi. Ma quale vero saggio vorrebbe diventare un uomo di potere?"
Claude Chabrol, regista

"Allontanarsi dalla natura significa perdere di vista il senso della vita e della morte, che le stagioni evocano instancabilmente"
Philippe Bouseiller, fotografo

 
27 marzo 2008

Il mio pensiero su Tor Tre Teste...

... in relazione alla lettera dei Comitati e delle Associazioni di quartiere.

Care Associazioni, cari Comitati,

mi chiamo Claudio Strizzi e sono candidato per la Lista civica di Rutelli al Consiglio del Municipio Roma 7. Vivo da sempre a Tor Tre Teste e per sapere come la penso sulle più importanti questioni inerenti il nostro quartiere basterebbe visitare il mio blog (www.naturalmente.ilcannocchiale.it) e leggere gli articoli ospitati su AbitareA in questi anni.

Il mio impegno, come il vostro, è stato sempre verso un miglioramento qualitativo della nostra zona, che bisogna ammettere ha degli elementi di eccellenza rispetto ad altre zone limitrofe, ma non per questo può essere trascurata o, peggio ancora, danneggiata da interventi sbagliati.

Alcune di queste problematiche sono di difficile risoluzione per diversi aspetti tecnici, amministrativi e politici, ma bisogna continuare ad insistere affinché si arrivi almeno ad un ragionevole compromesso tra ciò che è possibile fare e ciò che è giusto fare. L’interesse della collettività presente e futura deve essere sempre l’obiettivo finale da ricercare anche attraverso un processo il più possibile partecipato.

Ognuno nel suo proprio ruolo deve dimostrare correttezza e responsabilità. Non si deve né dire sempre no “a prescindere da” né stare in silenzio perché tanto non cambia nulla. Si deve voler bene al proprio quartiere con i fatti e non solo a parole o quando si è in campagna elettorale.

Nel particolare dei quattro punti specifici sinteticamente rispondo così:

1. PRENESTINA BIS – Nonostante ritengo che questa sia un’opera strategica per il nostro quadrante di città, ho partecipato ad alcune manifestazioni insieme a voi e ho protestato contro un progetto che causa un impatto socio-ambientale tanto negativo. La Prenestina bis così pianificata con perdita di verde e di attività socio-sportive, con un forte inquinamento e lo stravolgimento della viabilità comporta un sacrificio troppo grande per i cittadini di Tor Tre Teste. Sono d’accordo sulla copertura del tratto a ridosso degli edifici esistenti e insisterò in ogni sede per far valere queste nostre richieste.

2. LA MEGAEDIFICAZIONE AI MARGINI DEL PARCO – Sappiamo tutti che il Municipio, da un punto di vista amministrativo, può solo esprimere un parere non essendo competente per volumetrie di tale quantità. Spero comunque che dal punto di vista prettamente politico potremmo riuscire a fare pressioni affinché si discuta in Consiglio Comunale la proposta di iniziativa popolare e che almeno si possa giungere ad un minore impatto sul nostro territorio, con importanti compensazioni per viabilità e servizi. Di edificazione nel nostro quartiere però non c’è solo questa ma anche la prevista “ 167” (di cui pochi parlano) che sarà realizzata ai margini del parco della Mistica. Personalmente sono stato contrario non alla decisione di farla in se stessa, in quanto è molto importante aiutare le fasce più deboli della nostra società, ma alla sua collocazione specifica che ritengo più adeguata in altre aree (zona via dell’Omo o nei pressi di via Longoni).

3. IL PARCHEGGIONE DI VIA TOVAGLIERI – “Per un parcheggio pubblico”: così titolava un articolo da me scritto e pubblicato su Abitare A (marzo 2004 p. 15). Io e altri cittadini riteniamo importante che si dedichi uno spazio per il parcheggio pubblico nel Multipiano visto il quotidiano caos che si crea in via Tovaglieri dove sono presenti diverse strutture come scuole, uffici, esercizi commerciali e abitazioni. Allo stesso tempo crediamo sia giusto mantenere e rendere più decorosa l’area verde che si affaccia su via Olcese, avendo anche suggerito al riguardo un progetto al concorso “Idee in comune” (una piazza verde senza automobili). Non so se alcune di queste utili proposte saranno prese in considerazione (il progetto di cui attualmente si discute non sembra prevederle), ma, qualunque sia il progetto definitivo, vogliamo con tenacia mettere la parola fine nel più breve tempo possibile allo stato vergognoso in cui versa da anni la struttura del Multipiano (purtroppo utilizzata da molti come discarica).

4. UN MEZZO DI TRASPORTO PUBBLICO FINO ALLA METRO B – Da utente dei mezzi di trasporto pubblico dico che non è più accettabile avere una linea come è il “ 556” che continuamente provoca dei grossi disagi. Ricordo ancora quando da studente andavo a prendere l’autobus al capolinea di via Campari e bisogna ammettere che qualcosa in positivo è cambiato da quei giorni. L’unica cosa che resta uguale nel tempo è la mancanza di puntualità che provoca le ire di molti di noi. Questo è il vero problema del “nostro” autobus e va risolto. Voglio proporre l’istallazione delle paline elettroniche collegate ad un sistema gps lungo tutta la linea, in modo che si sappia in tempo reale la durata dell’attesa (che in ogni caso va ridotta con un aumento delle corse). Riguardo ad un mezzo di trasporto (linea o navetta) che porti alla metro o alla ferrovia, visto anche che con la realizzazione della linea C saremo l’unico quartiere del municipio a non essere direttamente toccati da trasporto su ferro, si può solo che essere favorevoli e concentrare gli sforzi per concretizzare questa volontà.

Spero con questa lettera di essere riuscito a trasmettere il mio pensiero su quelle che tutti insieme reputiamo essere le maggiori necessità e criticità del nostro quartiere, e di poter ottenere la vostra fiducia per dimostrare che gli impegni presi divengano fatti concreti. In alcuni casi ci vorrà del tempo e potrebbero crearsi delle difficoltà, ma non dovrà mai mancare né la corretta informazione sullo stato dei fatti né la costante partecipazione di tutta la cittadinanza.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni territorio tor tre teste

permalink | inviato da naturalmente il 27/3/2008 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

- Abitare A
- Corriere della Sera
- Europa
- La Repubblica
- IPS notizie
- Le Scienze
- Rete ambiente
- Speciale energie
- Comune Roma
- Regione Lazio
- Sondaggi
- ADLE Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     febbraio        aprile