.
Annunci online

NATURALMENTE
...per la partecipazione. Claudio Strizzi (strizzic@gmail.com)
 
 
 
 
           
       

Mr.Smith goes to Washington



"Alcuni uomini vedono le cose per quello che sono state e ne spiegano il perchè. Io sogno cose che ancora devono venire e dico, perchè no"
Robert Kennedy

Chiesa "Dives in misericordia"
TOR TRE TESTE (video sotto)




E' stato pubblicato il mio lavoro di stage presso l'APAT - Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici dal titolo:

Dinamiche evolutive dell'assetto ambientale della regione vulcanica dei Colli Albani a sud di Roma: il Bacino del fosso dell'Incastro.

vedi l'INDICE
è possibile scaricare tutto il lavoro collegandosi QUI, mettendo STRIZZI nel campo AUTORE, dare INVIO e in seguito cliccando DOWNLOAD


"Sarebbe bello se gli uomini di potere fossero saggi. Ma quale vero saggio vorrebbe diventare un uomo di potere?"
Claude Chabrol, regista

"Allontanarsi dalla natura significa perdere di vista il senso della vita e della morte, che le stagioni evocano instancabilmente"
Philippe Bouseiller, fotografo

 
20 agosto 2008

A presto

Cari amici, eccomi qui per un saluto.
In questi lunghi giorni estivi non ho scritto sul blog un pò per la carenza di tempo e per alcuni persistenti problemi tecnici, un pò perchè non c'è molto da dire riguardo alla situazione generale.
Mentre siamo tutti in attesa dell'autunno per l'avvincente sfida americana e la speranza di vedere Obama presidente, viviamo in questi giorni tutti crescente preoccupazione per ciò che accade dalle parti dell'est Europa. Speriamo siano soltanto piccole schermaglie "politiche" anche se le vite spezzate non possono essere considerate poca cosa.
In Italia siamo stati alle prese con i primi 100 giorni del nuovo governo, tra cose più o meno positive (dipende dai punti di vista e dalla vostra opinione siu singoli argomenti). I temi principali di intervento sono quelli dei titoli sui giornali: giustizia, sicurezza, economia. A dire il vero più i primi due che l'ultimo, dove a parte la questione Ici e le relative ripercussioni, troppo poco si è fatto per contrastare la profonda crisi che sta attraversando tutti noi cittadini, con cambi di abitudini davvero profondi (alcuni dai risvolti positivi come il calo di consumi di prodotti inquinanti, ma la gran parte negativi come l'aumento di pane, pasta, e altri prodotti primari della nostra esistenza... speriamo questo periodo serva anche a farci riflettere sul troppo consumismo e sui tanti sprechi inutili che ognuno di noi fa comportandosi con poca responsabilità!!).
Il resto (propaganda, teatrini e i molti battibbecchi della politica) è solo noia.
Speriamo in un salto di qualità e in maggiore concretezza costruttiva per un miglioramento delle cose.
Un augurio di vacanze ricche maggiore serenità e un ritorno al quotidiano con maggiore fiducia e voglia di fare bene.
A presto

PS come avrete letto ho ripetuto spesso la parola speranza che non deve essere solo un sentimento legato all'attesa da parte nostra di eventi positivi, ma l'elemento che ci sprona a muoverci verso la costruzione di positività.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. speranza

permalink | inviato da naturalmente il 20/8/2008 alle 18:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 maggio 2008

Di ritorno... dopo elezioni

Finalmente eccoci qui, sono tornato dopo un periodo durante il quale ho avuto dei problemi con il pc e ho dedicato del tempo a ciò che durante le elezioni aveva risentito delle mie scarse attenzioni o era stato accantonato.

Credo che ora a freddo vada fatto qualche commento su tutto il periodo elettorale ed il post-elezioni. Devo dire che, come in tutte le cose, c’è sia del positivo che del negativo. Parto subito da quest’ultimo utilizzando alcune frasi dell’ultima canzone di Ligabue “Senza paura”:

A parte che ancora vomito
per quello che riescono a dire,
non so se sono peggio le balle
oppure le facce che riescono a fare
A parte che i sogni passano se uno li fa passare
alcuni li hai sempre difesi altri hai dovuto vederli finire..

L’utilizzo di queste parole un po’ forti, ma chiare sta nell’analisi di due soggetti: l’uomo elettore e l’uomo politico.

Il primo potrebbe essere il motore del vero cambiamento, ma purtroppo costato che difficilmente può cambiare qualcosa se non c’è una vera e forte volontà della gente comune ad abbandonare vecchie logiche e logore pratiche. Non c’è da meravigliarsi né da protestare se si parla tanto di modificare le cose e poi si vota sempre per “convenienza” e/o abitudine; non ci si può indignare o arrabbiare se vengono nominate le “stesse facce” quando non si dà fiducia e sostegno a programmi e progetti nuovi e responsabili.

La politica è lo specchio della vita di tutti i giorni e bisogna saperla vivere con passione, razionalità e coraggio per cercare di riformarla e non affidarla a istinti di pancia sopravvenuti al momento, senza una riflessione su possibili conseguenze. Così si dovrebbero comportare sia quelli che la vivono attivamente che coloro che la subiscono passivamente. Le scelte e le decisioni che si prendono non si possono fare su due piedi senza avere studiato il contesto. E’ un po’ come prendere un mutuo o acquistare tante cose a rate: bisogna capire quale è la propria situazione finanziaria attuale e futura, altrimenti si fa il botto!!! Poi non si può dare la colpa ad altri.

Per realizzare un sogno ci vuole anche un po’ di testa!!!

 

Il secondo dovrebbe essere il volante verso il futuro, ma anche in questa campagna elettorale, in giro vedevo le stesse condotte di sempre come impegni impossibili, annunci irreali o non veri, slogan vuoti, e via dicendo. Tante parole al vento, tante paure seminate, tante promesse fatte. Non solo da parte dei candidati ma in tutto l’universo di persone che ruota intorno alla politica (e che spesso vanta sacche di consensi inesistenti). In questo mondo trovi sempre qualcuno, oggi come ieri, che consiglia di adeguarti se vuoi riuscire, ma io sono così e credo che, se doveva o dovrà essere qualcosa, vale la pena riuscirci solo in un modo diverso se non si vuole essere risucchiati in un girone dantesco dal quale non si può più uscire. Parole, impegni, comportamenti rispettosi li ho portati e li porto con me ogni giorno, anche se è più difficile e se qualcuno intenzionalmente dice il contrario, sapendo di non dire la verità.

Parole, parole, parole, e poi arriva sempre una prova per il riscontro: la fine delle elezioni, quando quel fantastico momento di parole giunge alla fine. Gli annunci e le paure seminate di colpo non esistono più, gli slogan e le parole non vengono approfonditi, le promesse e gli impegni faticano a resistere di fronte ai numeri.

 

E qui mi fermo per le note dolenti perché i fatti sono più forti delle parole e viene fuori dai seggi (nonostante tutti i problemi del voto e dello spoglio) la volontà generale della gente insieme alla serietà o alla leggerezza dei singoli attori.

 

Quel che è certo è che anche in questa occasione io ho proseguito nella mia strada, forse quella più difficile e contorta, ma sicuramente quella che nella vita vale la pena percorrere. Su questa strada vivo emozioni forti e incontro persone vere con le quali voglio proseguire. Con loro mi sento orgoglioso e forte, mi diverto e mi commuovo, insieme lotto nelle difficoltà e contro gli ostacoli. Qualcuno ancora oggi potrebbe chiedermi di abbandonare questo percorso e queste persone, ma io rispondo sempre nello stesso modo: NO, grazie! Insieme a uomini e donne vere voglio impegnarmi per il cambiamento e far si che si guardi verso il futuro senza paura. 

Niente paura, niente paura, niente paura
ci pensa la vita mi hanno detto così
Niente paura, niente paura, niente paura
si vede la luna perfino da qui..

 

 

 

In questo modo voglio ringraziare ancora una volta tutti quelli che in qualsiasi modo mi hanno sostenuto. Famigliari, parenti, amici vecchi e nuovi, vicini e lontani. Non faccio alcun nome perché l’elenco sarebbe lungo e non voglio rischiare di omettere alcun nome per una distrazione di un attimo fuggente.

Un brindisi virtuale con tutti voi e... a incontrarci presto sulla nostra strada.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni

permalink | inviato da naturalmente il 26/5/2008 alle 20:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

28 aprile 2008

Elezioni finite

Oggi con lo spoglio dei ballottagi sono terminate le elezioni. Zingaretti e Mastrantonio ce l'hanno fatta, mentre Rutelli e gli altri candidati presidenti nei municipi hanno perso.
Dispiace che Rutelli non sia riuscito a tornare a fare il sindaco perchè credo avrebbe fatto insieme alla sua squadra un ottimo lavoro per la nostra città.
Presto si dovrà fare una attenta analisi del voto per capire chi e che cosa ha determinato questo risultato negativo per il centrosinistra.
Un abbraccio a lui e a tutti coloro che non sono riusciti a vincere e tantissimi auguri di buon lavoro a Zingaretti, a Alemanno e agli altri vincitori nei municipi.
Un consiglio al nuovo sindaco: faccia una squadra forte e competente per governare questa nostra grande città, in cui i problemi sono purtroppo sempre tanti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. risultati elezioni Roma

permalink | inviato da naturalmente il 28/4/2008 alle 19:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 aprile 2008

Risultati definitivi

Ecco i risultati usciti dal seggio centrale del Municipio per quanto riguarda la Lista civica per Rutelli.

GIULIANI 273
MANGIALAVORI 190
CIOFANI 175
STRIZZI 113
LEO 109
TOTARO 106
CARBONI 102
MARCHESINI 83
FEDERICO 81
FABIANI 73
RAO 62
LOMBARDOZZI 57
SERAFICO 47
TEOLIS 45
BATOCCHI 34
POMPILI 32
GAMBARDELLA 28
CELSI 24
ROMAGNOLI 21
BENVENUTO 13
BLOISE 11
CECCOBELLI 3

Entra solo il primo. Io non ce l'ho fatta a salire sul podio!!!!
Ed ora tutti insieme per vincere i ballottaggi.
Domenica e lunedì votate Rutelli, Zingaretti e i candidati a presidente del centrosinistra di tutti i Municipi (per il VII municipio Mastrantonio).




permalink | inviato da naturalmente il 25/4/2008 alle 20:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 aprile 2008

Attesa elettorale

Cari amici sono ancora in attesa di sapere come è andata l'avventura elettorale. Al seggio centrale stanno verificando i verbali e facendo i conti. Al momento con ancora una ventina di sezioni da verificare sono al 4° posto della lista (ne entra uno solo).... spero di salire sul podio!!!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni seggio centrale risultati

permalink | inviato da naturalmente il 20/4/2008 alle 20:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 aprile 2008

Riflessioni sulla campagna elettorale ad una settimana dal voto

Devo dire che questa campagna elettorale fino ad ora è stata davvero una campagna lampo e si sta svolgendo in un quasi totale silenzio. Qualche cosa si vede soltanto durante i finesettimana, quando la gran parte dei candidati a comune e municipio è libera da impegni di lavoro.

Vera è la “guerra” dei manifesti con continue coperture ora dell’uno ora dell’altro e la conquista di spazi per i gazebo aperti nelle piazze e nei parchi durante i weekend.

Per quanto riguarda i manifesti anche io li ho realizzati e faccio parte di quella schiera di candidati che si affanna a coprire gli spazi per un po’ di visibilità (non credo che il manifesto, anche se bello, da solo porti tanti voti). Certo, a differenza di qualche altro, non ho migliaia di manifesti da attaccare ogni giorno né strappo quelli altrui quando non riesco ad attaccare i miei. Capisco però che siamo in lotta tra avversari in una partita stimolante e vivace, anche divertente, e quindi non mi tocca più di tanto perché credo faccia parte del gioco, anche se non si dovrebbero mai superare certi limiti.

Io sto facendo una campagna elettorale con fatica certo (credetemi è molto stancante sia fisicamente che mentalmente), ma anche con vera serenità non accanendomi contro nessuno perché ritengo che non porti alcun valore aggiunto avercela con qualcuno. Vado avanti tranquillamente per la mia strada, accanto agli amici ed alle persone che incontro tutti i giorni, e sono molto soddisfatto per quello che è stato fatto e per le emozioni e l’affetto che ricevo ad ogni incontro. Questo mi fa dire che vada come vada sarà comunque un successo e ringrazio davvero tutti in anticipo!!!

Tornando alle curiosità di strada che un occhio attento può osservare ecco altri particolari: dalle minicar o furgoni che girano con megafoni a tutta voce, alle cene dove si vedono sempre le stesse facce; dai capannelli di persone intorno ai candidati, ai santini che inutilmente vengono messi nelle cassette o sulle macchine; e così via.

In conclusione segnalo che nonostante un po’ di movimento tutti stanno lavorano sottotraccia. Chissà se il finale sarà in crescendo o si concluderà così come tutto è andato finora.

Faccio da subito un in bocca al lupo a tutti!!!


27 marzo 2008

Il mio pensiero su Tor Tre Teste...

... in relazione alla lettera dei Comitati e delle Associazioni di quartiere.

Care Associazioni, cari Comitati,

mi chiamo Claudio Strizzi e sono candidato per la Lista civica di Rutelli al Consiglio del Municipio Roma 7. Vivo da sempre a Tor Tre Teste e per sapere come la penso sulle più importanti questioni inerenti il nostro quartiere basterebbe visitare il mio blog (www.naturalmente.ilcannocchiale.it) e leggere gli articoli ospitati su AbitareA in questi anni.

Il mio impegno, come il vostro, è stato sempre verso un miglioramento qualitativo della nostra zona, che bisogna ammettere ha degli elementi di eccellenza rispetto ad altre zone limitrofe, ma non per questo può essere trascurata o, peggio ancora, danneggiata da interventi sbagliati.

Alcune di queste problematiche sono di difficile risoluzione per diversi aspetti tecnici, amministrativi e politici, ma bisogna continuare ad insistere affinché si arrivi almeno ad un ragionevole compromesso tra ciò che è possibile fare e ciò che è giusto fare. L’interesse della collettività presente e futura deve essere sempre l’obiettivo finale da ricercare anche attraverso un processo il più possibile partecipato.

Ognuno nel suo proprio ruolo deve dimostrare correttezza e responsabilità. Non si deve né dire sempre no “a prescindere da” né stare in silenzio perché tanto non cambia nulla. Si deve voler bene al proprio quartiere con i fatti e non solo a parole o quando si è in campagna elettorale.

Nel particolare dei quattro punti specifici sinteticamente rispondo così:

1. PRENESTINA BIS – Nonostante ritengo che questa sia un’opera strategica per il nostro quadrante di città, ho partecipato ad alcune manifestazioni insieme a voi e ho protestato contro un progetto che causa un impatto socio-ambientale tanto negativo. La Prenestina bis così pianificata con perdita di verde e di attività socio-sportive, con un forte inquinamento e lo stravolgimento della viabilità comporta un sacrificio troppo grande per i cittadini di Tor Tre Teste. Sono d’accordo sulla copertura del tratto a ridosso degli edifici esistenti e insisterò in ogni sede per far valere queste nostre richieste.

2. LA MEGAEDIFICAZIONE AI MARGINI DEL PARCO – Sappiamo tutti che il Municipio, da un punto di vista amministrativo, può solo esprimere un parere non essendo competente per volumetrie di tale quantità. Spero comunque che dal punto di vista prettamente politico potremmo riuscire a fare pressioni affinché si discuta in Consiglio Comunale la proposta di iniziativa popolare e che almeno si possa giungere ad un minore impatto sul nostro territorio, con importanti compensazioni per viabilità e servizi. Di edificazione nel nostro quartiere però non c’è solo questa ma anche la prevista “ 167” (di cui pochi parlano) che sarà realizzata ai margini del parco della Mistica. Personalmente sono stato contrario non alla decisione di farla in se stessa, in quanto è molto importante aiutare le fasce più deboli della nostra società, ma alla sua collocazione specifica che ritengo più adeguata in altre aree (zona via dell’Omo o nei pressi di via Longoni).

3. IL PARCHEGGIONE DI VIA TOVAGLIERI – “Per un parcheggio pubblico”: così titolava un articolo da me scritto e pubblicato su Abitare A (marzo 2004 p. 15). Io e altri cittadini riteniamo importante che si dedichi uno spazio per il parcheggio pubblico nel Multipiano visto il quotidiano caos che si crea in via Tovaglieri dove sono presenti diverse strutture come scuole, uffici, esercizi commerciali e abitazioni. Allo stesso tempo crediamo sia giusto mantenere e rendere più decorosa l’area verde che si affaccia su via Olcese, avendo anche suggerito al riguardo un progetto al concorso “Idee in comune” (una piazza verde senza automobili). Non so se alcune di queste utili proposte saranno prese in considerazione (il progetto di cui attualmente si discute non sembra prevederle), ma, qualunque sia il progetto definitivo, vogliamo con tenacia mettere la parola fine nel più breve tempo possibile allo stato vergognoso in cui versa da anni la struttura del Multipiano (purtroppo utilizzata da molti come discarica).

4. UN MEZZO DI TRASPORTO PUBBLICO FINO ALLA METRO B – Da utente dei mezzi di trasporto pubblico dico che non è più accettabile avere una linea come è il “ 556” che continuamente provoca dei grossi disagi. Ricordo ancora quando da studente andavo a prendere l’autobus al capolinea di via Campari e bisogna ammettere che qualcosa in positivo è cambiato da quei giorni. L’unica cosa che resta uguale nel tempo è la mancanza di puntualità che provoca le ire di molti di noi. Questo è il vero problema del “nostro” autobus e va risolto. Voglio proporre l’istallazione delle paline elettroniche collegate ad un sistema gps lungo tutta la linea, in modo che si sappia in tempo reale la durata dell’attesa (che in ogni caso va ridotta con un aumento delle corse). Riguardo ad un mezzo di trasporto (linea o navetta) che porti alla metro o alla ferrovia, visto anche che con la realizzazione della linea C saremo l’unico quartiere del municipio a non essere direttamente toccati da trasporto su ferro, si può solo che essere favorevoli e concentrare gli sforzi per concretizzare questa volontà.

Spero con questa lettera di essere riuscito a trasmettere il mio pensiero su quelle che tutti insieme reputiamo essere le maggiori necessità e criticità del nostro quartiere, e di poter ottenere la vostra fiducia per dimostrare che gli impegni presi divengano fatti concreti. In alcuni casi ci vorrà del tempo e potrebbero crearsi delle difficoltà, ma non dovrà mai mancare né la corretta informazione sullo stato dei fatti né la costante partecipazione di tutta la cittadinanza.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni territorio tor tre teste

permalink | inviato da naturalmente il 27/3/2008 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

17 marzo 2008

Programma sintetico per il Municipio

IL MUNICIPIO DI DOMANI

Un municipio più decoroso

E’ il momento di dare centralità alle periferie attraverso un ampio processo di riqualificazione dei nostri quartieri spesso considerati solo luoghi dormitorio. Una periferia come la nostra deve avere architetture e infrastrutture razionali, moderne e funzionali, e deve attirare capitali e turismo anche attraverso la valorizzazione dei beni archeologici, storici e ambientali.

Un municipio più efficiente

Non è possibile che nell’era di internet si perda tanto tempo per un certificato, come non è accettabile per gli impiegati essere aggrediti a male parole. Con un reale rafforzamento del decentramento amministrativo e con investimenti adeguati gli uffici municipali dovranno essere uniti, organizzati e celeri, mentre la cittadinanza va informata tempestivamente.

Un municipio più verde

Basta petrolio e cumuli di rifiuti. Il Municipio può essere il motore per un grande cambiamento. Bisogna realizzare un credibile piano energetico per la produzione da fonti rinnovabili e per il risparmio attraverso tecnologie sempre più innovative. Va potenziata la mobilità sostenibile e il trasporto collettivo. Si deve accrescere la raccolta differenziata anche impostando il ritiro porta a porta.

Un municipio più sicuro

La sicurezza è una questione fondamentale nei nostri quartieri. Oltre a richiedere una maggiore presenza delle forze dell’ordine, l’impegno deve dirigersi verso la diminuzione della pericolosità dei luoghi. Quindi serve una maggiore e più utile illuminazione di strade e parchi, l’abbattimento delle barriere architettoniche, una migliore manutenzione stradale, la realizzazione di percorsi protetti e scuole aperte tutto il giorno.

Un municipio più umano

Essere vicini alla famiglia non deve essere solo uno slogan. Bisogna aumentare l’offerta di impianti sportivi, di asili (se possibile istituire alcuni nidi condominiali) e di attività culturali. Vanno potenziati i consultori ed i servizi alla persona. Occorre realizzare progetti in favore degli anziani (“l’oasi dell’anziano”) e mettere in rete il volontariato.

Un municipio più partecipato

I consiglieri saranno i vostri delegati a prendere le decisioni, ma ritengo che vada realizzato un ampio processo di partecipazione, soprattutto quando si parla di grandi progetti come Prenestina Bis, Ex Centro Carni, TAV, Metro C, Multipiano, Parco di Mistica.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Elezioni Municipio VII programma

permalink | inviato da naturalmente il 17/3/2008 alle 23:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

10 marzo 2008

Vai Francesco, sono con te

 
 

E' stato fatto tanto, ma c'è ancora da fare.
Facciamolo insieme!!!




permalink | inviato da naturalmente il 10/3/2008 alle 22:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 marzo 2008

Il grande piano solare











A chi pensa che l'energia solare possa essere un elemento marginale e vede come possibile soluzione energetica solo il ritorno al nucleare e un suo incremento rivolgo l'invito a leggere l'articolo
de Le Scienze in edicola.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. energia solare rinnovabile

permalink | inviato da naturalmente il 3/3/2008 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

2 marzo 2008

Verso un giorno nuovo. Senza paura


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. italia futuro speranza

permalink | inviato da naturalmente il 2/3/2008 alle 23:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 febbraio 2008

Rutelli candidato sindaco

Finalmente Rutelli ha sciolto la riserva e si candida ad un nuovo mandato da sindaco di Roma.
Sono molto contento di questa scelta e faccio il tifo per lui. Forza France'!!!

Stiamo ascoltando la città
www.rutelliroma.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. roma rutelli elezioni

permalink | inviato da naturalmente il 19/2/2008 alle 14:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 febbraio 2008

Anche questa è politica

Vedere per credere: accade anche questo (da www.infojobs.it)

Descrizione dell'Offerta

OFFERTA RIVOLTA AI RESIDENTI NEL COMUNE DI ROMA: CERCASI COLLABORATORI DA INSERIRE ATTIVITA' COMITATO ELETTORALE CANDIDATO UDC ALLE PROSSIME ELEZIONI PER IL COMUNE DI ROMA.  IMPEGNO ANCHE SUL TERRITORIO DAL 3 MARZO ALL'11 APRILE 2008. RIMBORSO SPESE  E GRANDI OPPORTUNITA'. ASTENERSI PERDITEMPO E ASPIRANTI AD ALTRI INQUADRAMENTI LAVORATIVI

Requisiti minimi:

IMPEGNARSI A FONDO PER IL PERIODO DELLA CAMPAGNA ELETTORALE PER LE ELEZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DI ROMA.

Requisiti desiderati:

BELLA PRESENZA, CONTATTI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA, CAPACITà DI ATTRAZIONE VOTI.

Numero di posti vacanti: 20


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica lavoro campagna elettorale

permalink | inviato da naturalmente il 19/2/2008 alle 11:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 febbraio 2008

Berlusconi e i comunisti

Berlusconi ha perso il suo cavallo di battaglia nelle contese elettorali. Adesso che il PD va da solo senza la sinistra, il Cavaliere è rimasto senza cavallo, appiedato sul terreno a lui meno congeniale.
Come farà adesso senza poter gridare: "votate noi, il popolo delle libertà contro l'avanzata comunista"???


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica slogan elezioni

permalink | inviato da naturalmente il 15/2/2008 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

15 febbraio 2008

Una politica lontana dalla realtà e dalla concretezza? No grazie

E’ da diverso tempo che alcuni politici, tra i quali, ma non solo, spiccano gli onorevoli Casini e Tremonti (con l’appoggio esterno di Belpietro), si dilettano in diverse trasmissioni a parlare di energia e infrastrutture, battendo sugli errati tasti del ritorno al nucleare e della mancanza di strade.

In un momento durante il quale, più che in passato, ci si sta battendo per l’abbattimento dei confini e delle barriere tra Stati e ci si deve unire a livello mondiale per la salvaguardia del Pianeta contro i repentini cambiamenti climatici, le loro attenzioni si rivolgono soltanto all’aspetto economico dei problemi in essere ed alla autosufficienza del nostro Paese, non per migliorare le condizioni generali, ma per semplice “provincialismo”.

Non entro nel merito dell’aspetto scientifico ed economico del problema nucleare, perché ho già detto la mia in diversi altri post e perché una risposta precisa l’ha data ancora ieri il premio nobel Rubbia (costretto all’“espatrio” in Spagna proprio dall’allora governo di centrodestra, mentre stava studiando nuove soluzioni per un nucleare “pulito”), ma voglio dire che ci vorrebbero da parte loro meno parole (tanto più che non sono né scienziati né tecnici) e davvero più senso della realtà.

Credo che debbano farla finita di attaccare i Verdi e il centrosinistra in genere per tutti i problemi dell’Italia (spesso i problemi nascono da errate convinzioni culturali e prassi acquisite in un passato più remoto). Un ritorno al “vecchio” nucleare sarebbe una vera follia (per il 30% di fabbisogno di energia servirebbe una centrale in ogni regione), tanto più che stiamo osservando che da tante parti se ne disfano (vedi Germania ed adesso anche USA ed altri) e che oggi in Italia (come in molti Paesi del Mondo), grazie al governo Prodi e alle tecnologie sempre più avanzate, sta prendendo piede il mercato dell’energia rinnovabile, soprattutto solare e fotovoltaica, con prospettive interessantissime per percentuali di energia prodotta, per l’ottimo livello occupazionale potenziale (si parla di circa due milioni di lavoratori e non so quante ditte) e per i costi sempre più competitivi.

E poi non continuiamo a dire che in Italia servono megainfrastrutture, strade e tante altre colate di bitume e cemento, perché gli spazi nel nostro Paese sono ristretti e geograficamente complessi e perché, anziché costruire e allargare, bisogna impegnarsi per ridurre il numero di autovetture e trasferire le merci su ferro e nave. Pensate alle autostrade senza più camion, altro che a nuove corsie!!!! E poi cominciamo a vietare l’acquisto massiccio di suv, specie per chi risiede nei centri storici delle nostre città.

Cari politici, serve una visione alta, morale, concreta e ampia (nel tempo e nello spazio). Una visione davvero pensata globalmente ed agita localmente, cominciata fin dalle piccole cose quotidiane. Serve che a dirigere le azioni e le parole siano cuore e cervello, non pancia e ........!!!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica azioni parole

permalink | inviato da naturalmente il 15/2/2008 alle 13:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

8 febbraio 2008

Il senso della vita e del sorriso

Ricevo questo messaggio da una amica e volentieri pubblico, in un momento in cui la vita richiede più forza e coraggio.

Un giorno, un non vedente era seduto sul gradino di un marciapiede con un cappello ai suoi piedi e un pezzo di cartone con su scritto: «Sono cieco, aiutatemi per favore». Un pubblicitario che passava di lì si fermò e notò che vi erano solo alcuni centesimi nel cappello. Si chinò e versò della moneta, poi, senza chiedere  il permesso al cieco, prese il cartone, lo girò e vi scrisse sopra un'altra frase. Al pomeriggio, il pubblicitario ripassò dal cieco e notò che il suo cappello era pieno di monete e di banconote. Il non vedente riconobbe il passo dell'uomo e gli domandò se era stato lui che aveva scritto sul suo pezzo di cartone e soprattutto che cosa vi avesse annotato.
Il pubblicitario rispose: "Nulla che non sia vero, ho solamente riscritto la tua frase in un altro modo". Sorrise e se ne andò. Il non vedente non seppe mai che sul suo pezzo di cartone vi era scritto: "Oggi è primavera e io non posso vederla".

Morale: Cambia la tua strategia quando le cose non vanno molto bene e vedrai che poi andrà meglio. Se non inoltri questa mail non ti capiterà nulla, ma inviala almeno a quelle persone che secondo te meritano di vedere la primavera e a tutti quelli che tu vorresti vedere sempre sorridere, perché il loro sorriso renda migliore questo mondo. Se un giorno ti verrà rimproverato che il tuo lavoro non è stato fatto con professionalità, rispondi che l'Arca di Noè è stata costruita da dilettanti e il Titanic da professionisti....

"E' proprio la possibilità di realizzare un sogno che rende la vita interessante" (Paulo Coelho)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vita sorriso morale

permalink | inviato da naturalmente il 8/2/2008 alle 13:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

21 gennaio 2008

A proposito di Lazio

Ormai ho avuto la conferma che Delio Rossi è un buon allenatore, ma non un buon tecnico-tattico. Se serviva una riprova di ciò basta vedere la partita di ieri. Come mai Hamsik era per tutti i 94 minuti sempre da solo ad altezza dischetto di rigore, senza mai nessuno a contrastarlo? Perchè ci hanno massacrato sempre sulle fasce con continui raddoppi e cross? E perchè fare quei cambi (mi riferisco soprattutto a Tare, che sarebbe stato molto utile nel finale per il gioco aereo sia in attacco che in difesa)? Non lo dico solo adesso, ma lo dicevo in tempo reale. E meno male che era la giornata di Ballotta (a proposito: a cosa serve un altro portiere, se non un grande nome, quando hai in rosa 3 portieri di cui uno non ha fatto nemmeno un minuto?) e della furibonda litigata nello spogliatoio del Napoli, altrimenti....


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Calcio Lazio Rossi

permalink | inviato da naturalmente il 21/1/2008 alle 14:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 gennaio 2008

Una vita da mediano

... "Alla luce di questo diventa incomprensibile la decisione di Rossi di scaricarlo, di rinunciare a un calciatore che ha le caratteristiche che occorrono nei momenti difficili come questo, dove bisogna tirare fuori orgoglio, carattere, grinta, attaccamento alla maglia. Il centrocampista, però, convinto di poter ancora essere utile alla Lazio, ha detto di no al Paok, rinunciando a un contratto molto più ricco. Lasciarlo partire sarebbe un errore. Evidentemente non serve dare tutto, segnare, farsi trovare pronti, aspettare senza mai polemizzare. E dire che diversi giocatori di questo gruppo sono rimasti fermi allo scorso anno...." (Il Messaggero, 16/01/2008).

Oggi mi sento ancor più vicino a lui (Firmani), anche perchè questa è un pò come la mia storia!
Il silenzio non è debolezza nè incapacità, ma forza e forma di rispetto. Cose da un altro mondo!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lazio firmani carattere

permalink | inviato da naturalmente il 16/1/2008 alle 11:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

7 gennaio 2008

L'unica speranza è il cambiamento

Questo per me è un inizio d’anno davvero contrastante sul fronte politico. Devo ammetterlo la politica di casa nostra mi sta un bel pò stancando in quanto sono continue le discussioni e le prese di posizioni di tanti singoli che non portano mai ad una concretezza della politica di cui si sente veramente il bisogno in questi periodi alquanto difficili per il nostro Paese (come, del resto, per tutto il Mondo).

Da una parte i vari Dini, Turigliatto, Ferrero, Bordon, Binetti, Boselli, ecc. ecc., che ogni giorno sparano addosso a questa maggioranza per un tema o per un altro e cercano di tirare la coperta verso la propria posizione; e poi Franceschini, D’Alema, Veltroni, Bindi, Parisi, ed altri del PD, non fanno altro che alimentare polemiche e ritardare una riforma che ogni giorno sembra andare in una direzione diversa (vassallum, francese, tedesco corretto, bozza “Bianco”, ecc.) ed a rendere assai confusa e molto personalistica (a vari livelli) la costituzione degli organi strutturali del nuovo partito.

Dall’altra parte, cercando di far cadere questo governo, continuano a darsi spallate a vicenda, a volte finendo in burroni alti da risalire. Berlusconi si deve essere lussato una spalla (o seccato la lingua) a forza di colpi e contraccolpi e, poi, provando con la carta carbone a seguire le tracce dell’appena nato PD (vedi il nome PDL, vedi le “primarie”, ecc.), non ha fatto altro che sferrare pugni ai suoi alleati che in cambio hanno colpito con la clava; Fini adesso vorrebbe cambiare AN in chiave “partito della chiesa”; Casini sta cercando di tenersi a galla in acque agitatissime per non affogare nell’anonimato politico o, peggio per non morire berlusconiano; Bossi a riportato la Lega sulle barricate del Nord cercando anche lui un pò di spazio e qualche tema per sopravvivere; e poi le varie voci del coro che spargono zizzania in tutte le direzioni: Buttiglione, Giovanardi, Calderoli, Cicchitto, Adornato, Alemanno, ecc. ecc., senza dimenticarsi della stella cometa Brambilla, che così come è apparsa ora è già tramontata.

L’unico che ora sembra concretizzare la sua azione e va avanti tranquillo nonostante tutte le botte ricevute è Prodi. Sarà forse poco simpatico, poco attraente e di poche parole, ma resta ben saldo in sella e sta ottenendo ottimi risultati per lui stesso e per l’Italia in generale (cosa succederà se abbasserà anche le tasse sul reddito? la fiducia verso il governo sarà ancora così bassa, come dice qualche senatore?).

Di fronte a questo scarso entusiasmo tutto italiano, quello che mi sta un pò rinfrancando e molto affascinando è ciò che accade oltreoceano. Le primarie USA sono una cosa davvero spettacolare. Certo non arrivano qui tutte le sfumature e i particolarissimi botta e risposta tra i candidati, né i veleni e le pugnalate dei media locali, ma ciò che mi attira veramente sono dinamiche e analisi che si fanno del voto piuttosto che percentuali. Mi spiego meglio: questa loro elezione non avviene in una unica giornata, in cui si mescola tutto come in un grande minestrone. E’ un vero e proprio viaggio che ti porta alla scoperta di un grande Paese, con tappe giornaliere che ti fanno assaporare l’essenza dei particolari. E così per gradi scopri oltre al vincitore del tour, anche la geografia, l’economia, la composizione sociale, quella religiosa, la storia e tanto altro di ogni singolo Stato. Così un giorno sei immerso nelle enormi distese di granturco dell’Iowa, un territorio dove il 90% sono bianchi di origine europea, conservatori e molto religiosi, l’economia è di tipo prettamente rurale (enormi sono anche gli allevamenti di suini), la popolazione è quanto quella di una città come Roma (circa 3 milioni); un altro sei nelle foreste del New Hampshire, ex colonia inglese chiamato anche lo “stato di granito” per le numerose cave. E così via.

E mi chiedo: visto il clima di “riforme” sia istituzionali che politiche, perché non adattarlo anche da noi per scegliere i candidati, per conoscere meglio il nostro territorio, per unire davvero questo nostro Paese da nord a sud? Potrebbe anche essere che se venissero fatte serie innovazioni anche i volti dei politici potrebbero essere più giovani e attraenti.

Seguendo il motto di Obama: “I HOPE”!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica italia usa

permalink | inviato da naturalmente il 7/1/2008 alle 15:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

24 dicembre 2007

Auguri

TANTISSIMI AUGURI DI
 
BUON NATALE
E
FELICE 2008


CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNI RITI DI CAPODANNO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. auguri natale capodanno

permalink | inviato da naturalmente il 24/12/2007 alle 14:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

- Abitare A
- Corriere della Sera
- Europa
- La Repubblica
- IPS notizie
- Le Scienze
- Rete ambiente
- Speciale energie
- Comune Roma
- Regione Lazio
- Sondaggi
- ADLE Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     maggio